La FIDA scrive alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

La FIDA (Forum Italiano dei Diritti sull’Autismo) costituenda APS e portavoce di persone e di circa 60 associazioni sul territorio nazionale, insieme ad altre Associazioni, ha inviato la presente alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, all’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità e al Ministro per le pari Opportunità e la Famiglia On. Elena Bonetti, avente il seguente oggetto: 2 APRILE 2020 GIORNATA MONDIALE PER LA SENSIBILIZZAZIONE DELL AUTISMO – EMERGENZA CORONAVIRUS.

Gentilissimi,

questo documento vuole essere un punto di partenza affinché vengano prese tutte le misure preventive necessarie a tutela delle persone autistiche e con disabilità intellettive e sensoriali e delle loro famiglie relativamente all’emergenza Covid-19.

Pertanto, chiediamo:

  • che sia ripristinata l’assistenza domiciliare alle persone autistiche e con disabilità intellettiva, garantendo condizioni di sicurezza agli operatori che la erogano, ai beneficiari e ai loro familiari, e ciò sia garantito per coloro che precedentemente beneficiavano di prestazioni e servizi in strutture le cui attività sono state sospese, ma anche a coloro che usufruivano di servizi a pagamento, oppure sono totalmente a carico della famiglia. In quest’ultimo caso viene chiesto il riconoscimento di un voucher a favore eventuali servizi educativi ed assistenziali. Ciò al fine di garantire alle nostre persone e ai loro familiari il supporto di cui hanno maggiormente bisogno in questo momento difficile;
  • fornitura urgente ed immediata di dispositivi sanitari, al pari dei servizi a domicilio per anziani vengano rifornite le famiglie e gli operatori domiciliari (che assistono le persone disabili/autistiche) con presidi sanitari di base (guanti, mascherine, disinfettanti) utili a contenere il rischio di contagio;
  • adozione di un piano di emergenza per il soccorso dei soggetti autistici, fornendo vademecum informativo al personale sanitario e forze dell’ordine, istituendo, presso ogni ATS di riferimento di un numero dedicato “help autismo” di aiuto per la gestione di comportamenti problema, eventuale somministrazione di farmaci, supporto psicologico, supporto genitoriale;
  • libertà di movimento nei limiti consentiti dai DPCM del mese di marzo 2020, prevedendo una deroga alle misure di contenimento istituite a livello locale e nazionale per consentire le uscite e il movimento fisico (garantendo le necessarie misure di sicurezza) delle persone autistiche che ne manifestano l’esigenza considerando la possibilità di raggiungere un parco o spazio verde accessibile anche se ad una distanza maggiore da quelle stabilite dalle ordinanze ministeriali. Si tratta di una misura volta a salvaguardare la routine e a prevenire drammatiche conseguenze dovute alla segregazione forzata. Le modalità di tale deroga potrebbero avvenire tramite l’adozione di un tesserino di riconoscimento che evidenzi la condizione autistica o di disabilità intellettiva, oppure presentando documentazione attestante la gravità (Legge 104);
  • obbligo di tampone ai nuclei familiari, ai centri con persone disabili e a tutti coloro che li assistono, perchè il rischio di positività nei gruppi famigliari con persone disabili è molto più alto della media e non si fermerà con la riduzione della curva dei contagi. Tutti i centri preposti alla cura, alla riabilitazione e all’assistenza di disabili/autistici, i Caregivers, gli operatori/educatori siano sottoposti regolarmente a tamponi e test per il Covid19;
  • occuparsi e preoccuparsi in caso di contagio dei familiari, la sistemazione presso un alloggio e, accudimento delle persone autistiche qualora nel nucleo familiare si presentino ricoveri, pianificando la presenza di personale qualificato.

Distinti saluti

Portavoce:

Pierluigi Frassineti info@ararisorseautismo.it tel. 3207234357

Cristiana Mazzoni crissyma67@gmail.com tel. 3356395784

Fabrizia Rondelli associazione@ortica.org tel. 3489838857

Mariapia Vernile progettoisha@libero.it tel. 3348648212

FIDA forum.diritti.autismo@gmail.com

Primi firmatari:

Fabrizia Rondelli (Ass. L’Ortica, Milano)

Pierluigi Frassineti (FIDA – ARA, Roma)

Mariapia Vernile (FIDA – Ass. CUAMJ, Taranto)

Francesco Vinci (Associazione Contro Le Barriere, Taranto) controlebarriereavdi@gmail.com

Cristiana Mazzoni (FIDA – Genitori e Autismo, Roma)

Adelaide da Cruz (FIDA – Ass. MDF, Latina)

Corrado Sessa (Ass. L’Emozione non ha voce, Roma)

Alessandra Cortini (FIDA – L’Emozione non ha voce, Roma)

Pina Mattiello (Ass. Nazionale Aperta/MENTE IL MONDO INTERNO, Napoli)

Silvia Cento (Ass. Modelli si nasce, Roma)

Maria Carmela Pesce (FIDA – Ass. Modelli si nasce, Roma)

Roberto Torta (Genitori e Autismo, Roma)

Nicola Pintus (Progetto Filippide, Roma)

Maria Teresa Rendina (Ass. Agsa Lazio, Roma)

Gabriella Incisa Di Camerana (Blue Connection – Neurodiversity 2020 Centro Hippique Mahdia – Tunisia)

Zaira Giugliano (ALA – Associazione Lucana Autismo, Potenza)

Giuseppe Fedele (Etica e Autismo, Roma)

Maurizio Ferraro (Cooperativa Garibaldi, Roma)

Marina Fronduti (Ass. Esperantia, Roma)

Giuseppe Mazzei (Associazione Disabili Attivi, Regione Puglia) disabiliattivi@libero.it

Enrico Palmieri (Ass. Noti Soggetti Esterni, Roma)

Gilda De Propris (Ass. Noti Soggetti Esterni–Roma)

Alessandro Capobianchi (Ass. ANPA, Roma)

Elena Bulfone (Progettoautismo FVG Onlus, Udine)

Sara Fioramanti (Ass. I Colori di Matteo, Roma)

Angelo Chiodi (Associazione DIESIS, Milano)

Carola Isella (Associazione Quadrifigli onlus, Segrate)

Rosa Ruggiero (Associazione Cobalto, Reggio nell’Emilia)

Elena Dottore (Associazione La Nostra Comunità, Milano)

Daniela Piglia (Associazione In Cerchio per le persone fragili, Milano)

Alessandra Boran (Associazione Famiglie e Abilità. Percorsi di crescita, Venezia)

Anna Alvino (Associazione Oltre il guscio, Vico Equense-Napoli)

Vito Sollazzo (Ass. Autismo Insieme Onlus, Bari)

Dario Domenico D’Aleo (Ass. Blu Famiglie, Catania)

Raffaella D’Alterio (Istituto Arti Terapie, Lecce)

2 commenti

  1. Sino a quando noi genitori e famiglie combatteremo battaglie estemporanee e prive di un unico filo conduttore, parlando linguaggi diversi, non solo non potremo attenderci risposte, se non quelle fatte di parole vuote e presto dimenticate tipiche della politica, ma sarà difficile persino trovare orecchie disposte ad ascoltarci. Allora: via i protagonismi, al bando anche qualche interesse diverso da quello della tutela dei diritti dei nostri figli; che – diciamocelo, di tanto in tanto serpeggia tra alcuni dei tanti che ci sono vicini per un loro tornaconto, talvolta legittimo e comprensibile, talaltra, no – e cerchiamo di stare uniti ed avere un’unica voce che goda del sostegno della stragrande maggioranza delle famiglie

  2. Ringrazio Francesco Vinci e Contro le barriere per il sostegno e l’adesione all’appello, tanto urgente in un’emergenza nell’emergenza quale quella che i disabili, o le famiglie con disabilità, stanno vivendo.
    Noi di FIDA, genitori e non politici di professione, siamo d’accordo con Enzo Carbone quando chiede di combattere tutti assieme la battaglia dei diritti, senza protagonismi e senza fini nascosti. Siamo nati proprio per tutelare i diritti di tutti, e non abbiamo altro scopo se non quello che sensibilizzare il resto della società sul tema dell’equità e della giustizia. Speriamo dunque di fare rete con tutti: il nostro si chiama Forum proprio per la sua natura di democrazia partecipativa e di pari dignità fra tutti. Grazie a voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *