LA FISH DECIDE DI CHUDERE UN SITO INTERNET UTILE

Un enorme paradosso, mentre nella legge bilancio 2021 vengono raddoppiati i contributi alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), la stessa, pone in liquidazione l’Agenzia E.Net, che assicurava il funzionamento del sito http://www.handylex.org

un sito nel quale qualsiasi persona disabile, dal 1997, poteva avere tutte le informazioni e consulenze che lo riguardavano.

 

A tal proposito, pubblichiamo quanto scritto da Carlo Giacobini, Responsabile del Centro per la documentazione legislativa dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare – Direzione Nazionale

Poche righe, volutamente asciutte, per congedarmi, assieme ai miei collaboratori, da chi negli anni ci ha seguito e apprezzato, o ha chiesto fiducioso il nostro supporto, che ci auguriamo di aver garantito al meglio. La stessa analisi della legge di bilancio – come quella che pubblichiamo di seguito – era un appuntamento ormai tradizionale dal 1997, in uno sforzo evidente di divulgazione, prima garanzia di democrazia e inclusione, e di consapevolezza.

Ma questa è l’ultima norma che commentiamo, relegando quella tensione ideale ad una stagione ormai chiusa.

La FISH, Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, socio di maggioranza relativa dell’Agenzia E.Net, ha deliberato, assieme agli altri soci, di porre in liquidazione l’Agenzia stessa.
All’Agenzia afferiva il gruppo di lavoro (6 dipendenti incluso chi scrive) che ha finora assicurato il funzionamento di HandyLex (sito, sportello, monitoraggio), di Superando, di Condicio e di molte altre attività progettuali e di supporto tecnico alla Federazione e al movimento. I dipendenti conseguentemente sono licenziati e non ricollocabili.

Questo è quanto: nessun intento polemico o recriminazione verso chi si assume la responsabilità politica di questa decisione, ma solo, davvero, il duplice desiderio di ringraziare chi nel nostro lavoro – che qui finisce –  ci ha creduto per davvero e di ricordare le due persone che maggiormente l’hanno animato, compreso, voluto e sostenuto: Franco Bomprezzi e Tino Chiandetti.

Un ringraziamento anche all’Editore, l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare che per anni ha sostenuto HandyLex di cui detiene il marchio che sta cedendo a FISH con l’impegno che quest’ultima assicuri, a favore della rete, la continuità e la qualità del servizio.

Addio e Buon 2021.
Carlo Giacobini

Contributo alla FISH (e altri)

Pur senza citarla direttamente, la legge di bilancio 2021, riconosce nuovamente alla Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap un ruolo centrale nella garanzia delle attività di inclusione sociale delle “persone con differenti disabilità” [così nel testo, NdR] e ne aumenta il finanziamento già previsto con analoga norma dello scorso anno (legge 160/2019, art. 1, comma 337). Allora era stato autorizzato un contributo di 400 mila euro per ciascuno degli anni 2020, 2021, 2022. Era stato sostanzialmente rafforzato l’ancora precedente stanziamento sempre di 400 mila euro ma solo per l’anno 2019, fissato dall’articolo 1, comma 280, della legge 145/2018.

L’attuale legge di bilancio (art. 1, comma 156) incrementa, dunque, il contributo per il 2021 di ulteriori 400 mila euro, portandolo a 800 mila euro per l’anno che viene, e conferma i 400 mila euro per il 2022. Rispetto agli anni precedenti, in cui il finanziamento era genericamente orientato alle attività di inclusione sociale, non può sfuggire il nuovo importante aggancio, formalmente espresso dal Legislatore, “agli obiettivi e ai princìpi della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità” che motiva meglio i 2 milioni di euro concessi dal 2019 al 2022 alla FISH.

La stessa legge di bilancio autorizza, per il solo 2021, un sostegno alle variegate attività dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti (1 milione). Medesima cifra è concessa all’ENS cioè l’Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei “sordomuti” [così nel testo, NdR] (art. 1, commi 369 e 370).C

Abbiamo enorme difficoltà a commentare questa notizia, perchè non vorremmo che qualsiasi critica alla FISH possa essere intrepretata come elemento di divisione, però è doveroso e lecito sapere cosa abbiano fatto con i fondi percepiti fino ad ora, dal momento in cui assistiamo ad un depauperamento dei diritti delle persone con disabilità, alla soppressione del Ministero della Disabilità, che avrebbe avuto lo scopo di rendere più centrale le politiche per la disabilità, al mancato aumento delle pensioni di invalidità per quelli aventi una disabilità minore al 100% ed al continuo proliferare di associazioni, dovuto al fatto che le persone disabili non si sentono tutelate dalla FISH e da altre Associazioni nazionali che percepiscono anche loro fondi dallo Stato.
Ci farebbe piacere ricevere commenti al riguardo.

 

2 commenti

  1. enorme e sfattaggine nel fare questa azione da persone che non sanno coosa vuol dire sapere le leggi e come muoversi dato dal sito handylex,
    loro che si sono fatti sovvenzionare da tutto e tutti,per non esistono e non esisteranno mai,sempre al servizio dei politici e niente di più
    domenico
    presidente
    rete italiana disabili

  2. Alla fish vengono dati contributi a gogò ai disabili gravissimi vengono tolti le ore di assistenza a chi si adoperava per noi tenendoci informati su tutto e rispondendo ai nostri quesiti gli viene dato il ben servito invece ai signori più in alto gli viene dato il panettone e lo spumante per brindare a LORO non a NOI 😭😭😭😭😭😭😭

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *