TORRE CANNE A MISURA DI PERSONA DISABILE

Nella prossima stagione estiva il Comune di Fasano (BR) si doterà di una spiaggia a misura delle persona con disabilità, che consentirà a tutti di fruire del mare di Torre Canne in totale indipendenza e sicurezza per una Fasano sempre più inclusiva e orientata all’integrazione. 

È il progetto di valorizzazione e attrezzamento della spiaggia urbana di Torre Canne per la libera balneazione delle persone con disabilità, che è stato approvato il 10 di questo mese, in giunta ed è stato finanziato dalla Regione Puglia per quasi 20mila euro con fondi riservati alla realizzazione di interventi volti ad assicurare la totale accessibilità e fruibilità delle spiagge riservate alla libera balneazione, previsti nel piano regionale delle coste, alle persone con disabilità. 

L’area oggetto di intervento è il tratto di spiaggia compreso tra la piazza in via Eroi del Mare e lo stabilimento balneare «La Zanzara, dove saranno installate delle passerelle (modulari e smontabili) e una pedana utile allo stazionamento delle persone disabili. Il percorso sarà integrato da un percorso tattile in gomma al fine di consentire il raggiungimento della battigia anche alle persone con disabilità sensoriale. Il percorso si svilupperà dal marciapiede, che sarà adeguatamente attrezzato, fino al lido, con la possibilità di fruizione dei servizi igienici e di primo soccorso, nonché alle docce e allo spogliatoio accessibile per disabili. 

Inoltre saranno realizzati tre posti auto riservati e sarà installato sul marciapiede, nei pressi dell’accesso alla passerella, una mappa tattile in alluminio in cui sarà riprodotta una planimetria in scala del percorso, con legenda in stampatello e braille.

«Siamo particolarmente orgogliosi per l’approvazione di questo progetto – commenta il sindaco Francesco Zaccaria –. Le persone con disabilità temporanea o permanente potranno così concretamente fruire della spiaggia e del mare in modo indipendente e sicuro».

L’intervento, che si aggiunge al recente finanziamento di 659mila euro ottenuto per la riqualificazione del molo e al progetto di sostituzione della pavimentazione in legno della piazzetta antistante il porto, contribuirà a dare un volto nuovo alla frazione di Torre Canne: «In questo modo le nostre marine saranno sempre più a misura di tutti – prosegue Zaccaria – ma non finisce qui, continueremo a investire e a credere in progetti come questo, per attuare concretamente una delle linee guide fondamentali del nostro mandato: la realizzazione di una città sempre più inclusiva e orientata all’integrazione affinché nessuno a Fasano si senta diverso».

«Ringrazio l’Ufficio Demanio, nella persona dell’Ing. Leonardo D’Adamo, per la pronta redazione del progetto – dichiara l’assessore a Demanio, Giuseppe Galeota –. L’intervento valorizzerà e qualificherà ancor meglio la marina di Torre Canne, consentendo a chi vive una disabilità, di godere come tutti della bellezza e della unicità del nostro mare. Non solo autonomia, indipendenza, libertà di fruizione, ma anche e soprattutto accesso in totale sicurezza per assicurare a soggetti con disabilità e alle loro famiglie di poter godere in tranquillità e in spensieratezza della nostra spiaggia, senza rischi».


FONTE: Osservatorio Oggi del 11/04/2021

A proposito di questo argomento ci preme chiedervi di leggere il seguente articolo a questo link https://www.controlebarriere.org/2021/03/12/34-associazioni-pugliesi-non-transigono-sulle-loro-richieste-e-puntano-ad-altro/

1 commento

  1. Che meraviglia, finalmente un esempio concreto di civiltà. Esempio che dovrebbero seguire tutti i comuni costieri di tutta Italia favorendo inclusione e turismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *