DISABILI ATTIVI HA AVVIATO LA CAMPAGNA TESSERAMENTO PER L’ANNO 2023

DISABILI ATTIVI è un Associazione composta di persone con disabilità di vari Comuni della Regione Puglia, che dal 2019 svolge tante attività ed eventi, malgrado, le soggettive ed oggettive difficoltà che comporta una disabilità, al fine di evidenziare quanta strada devono fare gli Enti Pubblici  e/o Privati per poter attuare l’inclusione sociale che in varie occasioni viene sbandierata da ogni loro rappresentante.

Per poter continuare a svolgere le proprie attività, necessità di più soci per diventare più incisivi nella Regione Puglia, al fine di ottenere risultati positivi, proponendo le soluzioni alle tante difficoltà che vivono quotidianamente le persone con ogni tipo di disabilità.

Pertanto, chiedono a qualsiasi cittadino di associarsi al loro sodalizio con la modica cifra di  10 annui, secondo le modalità che saranno fornite telefonicamente al 340 50 688 73 o inviando una mail a disabiliattivi@libero.it

QUI DI SEGUITO VENGONO ESPOSTE LE ATTIVITA’ PIU’ RILEVANTI CHE DISABILI ATTIVI HA SVOLTO IN QUESTO ANNO

Nel mese di marzo ed aprile, organizzano una raccolta fondi, finalizzate all’acquisto di carrozzine Sand & Sea che danno la possibilità alle persone disabili di potersi fare il bagno a mare.

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 20 maggio, insieme ad altre Associazioni, in concomitanza delle elezioni amministrative del 12 giugno 2022, che si sono svolte nel Comune di Taranto, hanno svolto l’evento denominato “Una comunità a misura di disabile”, durante il quale tre dei quattro candidati Sindaci, Luigi Abbate, Massimo Battista e Walter Musillo, hanno percorso in carrozzina un tragitto nel centro di Taranto, dove si sono fatti notare alcune difficoltà che riscontrano le persone con disabilità, quando escono di casa, come pubblici esercizi inaccessibili, mancanza di scivoli su marciapiedi e/o scivoli troppo pendenti, che li costringono a proseguire il loro percorso sulla strada in mezzo alle auto in movimento.

In seguito a questa “scarrozzata” in Piazza della Vittoria,  presso il gazebo, hanno invitato i tre candidati Sindaci a sottoscrivere un documento di intenti, nel quale si impegneranno nel 1° anno del loro mandato, in qualsiasi ruolo rivestiranno, ad intraprendere azioni per rendere accessibili gli esercizi aperti al pubblico e le strutture ricettive e/o alberghiere, la partecipazione ai lavori delle Commissioni Consiliari in sede adeguate ad ospitare gli uditori, l’istituzione della figura del Garante dei diritti della persona con disabilità, la ricostituzione della Consulta sulla Fragilità, la realizzazione di un servizio di Taxi sociale, per migliorare la mobilità delle persone con disabilità in carrozzina, attrezzare adeguatamente alcuni tratti di spiaggia pubblica per le persone con disabilità. Dopo che i tre candidati Sindaci sono intervenuti in merito alle richieste contenute nel documento di intenti, hanno deciso di sottoscrivere questo impegno.

Il candidato sindaco mancante all’evento, Rinaldo Melucci ha motivato la propria assenza, con la seguente nota del proprio ufficio stampa, che si riporta integralmente.

Il nostro impegno per chi è affetto da disabilità è scritto, nero su bianco, nel Peba, il piano di eliminazione delle barriere architettoniche che abbiamo adottato in giunta lo scorso ottobre. Se non fosse stato per la scellerata decisione di 17 consiglieri di far cadere l’amministrazione, oggi avremmo già esaurito la fase delle osservazioni e l’avremmo approvato in consiglio comunale. Lo faremo molto presto, non appena torneremo a Palazzo di Città, ma non parteciperemo certo a manifestazioni con chi ha bloccato quel piano. L’associazione “Disabili Attivi”, infatti, oggi ci ha invitati all’evento “Una comunità a misura di disabile”. Abbiamo già ringraziato il presidente Francesco Vinci per averci coinvolto e per la preziosa opera di sensibilizzazione che svolge quotidianamente, ma abbiamo declinato perché al contrario di qualcun altro, conserviamo quel pudore necessario quando si parla di temi così delicati. Perché chi ha firmato direttamente le dimissioni da consigliere comunale, o ha spinto altri a farlo, ha materialmente bloccato il Peba. Come possono, quegli stessi soggetti, intestarsi battaglie a favore dei disabili? Non provano vergogna a far finta che quelle firme non abbiano prodotto danni enormi?

                             

Il 2 luglio, presso lo stabilimento balneare “Lido San Michele” sul Viale del Tramonto a Taranto, svolgono una conferenza stampa, nella quale hanno reso pubblico che, grazie alla raccolta fondi “Un Uovo di Pasqua per regalare un sorriso” sono riusciti a raggiungere l’obiettivo che si erano prefissi di raggiungere, acquistare la carrozzina Sand & Sea, che permette alle persone con disabilità di potersi fare il bagno.

Questa carrozzina servirà a migliorare il servizio da loro offerto insieme all’Associazione “Contro le Barriere” presso lo stabilimento citato, che consiste nell’accesso gratuito alle persone con disabilità e ad uno dei propri accompagnatori, in una delle due postazioni predisposte di pedane collegate alla passarella, i quali  potranno usufruire della sedia “SAND & SEA”, utilizzando, se necessario, un sollevapersone per attuare il trasferimento dalla carrozzina abituale ad una delle due citate, sempre con il valido aiuto del personale dello stabilimento.

 

 

 

Una loro delegazione il 3 agosto hanno una udienza con Papa Francesco, al quale gli hanno consegnato oltre ad una litografia la seguente lettera.

Santità, siamo un gruppo di persone con disabilità della Regione Puglia che, oggi sono qui al Suo cospetto per ringraziarLa della grande opportunità che ci viene data. Noi rappresentiamo persone con disabilità lievi, medie, gravi e gravissime, che tanto avrebbero voluto incontrarLa, ma, che, a causa delle loro condizioni, non sanno cosa sia la vita fuori dalle pareti della propria casa, affidati alle cure e all’amore delle loro famiglie che si sacrificano fino all’inverosimile. Ecco ci consideri come un mondo di persone invisibili. Sì, Santità, noi siamo quasi invisibili per chi ci governa. La condizione dei disabili in Italia meriterebbe grande attenzione che, purtroppo, manca. Per la politica siamo inesistenti. 

Per ottenere qualunque cosa dalla più piccola alla più importante, siamo costretti a manifestare, scendere in piazza con i nostri corpi martoriati per far capire che nonostante tutto noi, abbiamo voglia di vivere, ma, abbiamo bisogno di un aiuto importante. Ci interfacciamo quotidianamente con istituzioni sorde, le quali pur minacciandole di presidi continuano ad ignorare le nostre richieste legittime.

Santità lei ci insegna siamo tutti figli dello stesso padre e un buon padre di famiglia dovrebbe pensare per primo al figlio più fragile.  Ecco perché oggi Le chiediamo di intercedere per noi presso la classe politica che fa grandi proclami di vicinanza, ma, nella realtà ci abbandona al nostro destino.

Manca totalmente l’ascolto e lei Santo Padre che oggi ci sta ascoltando e ha sempre ascoltato tutti, come recentemente le popolazioni indigene del Canada, da dimostrazione di quale sia la missione che ciascun uomo su questa Terra deve compiere: deve porsi all’ascolto dell’altro dei suoi problemi e delle sue esigenze perché solo ascoltando gli altri potremmo non sentirci soli aiutare ed essere a nostra volta aiutati. Necessita accendere i riflettori su alcuni fatti, abbiamo voluto rivolgerci a sua Santità, affinché ci possa aiutare a scuotere le coscienze di tutti e  coloro che fingono di non sentire neanche quelle urla che sempre più spesso siamo costretti a lanciare o far lanciare dai nostri familiari.

Ogni giorno piangiamo fratelli e sorelle vittime delle gravi patologie che ci colpiscono.

Fratelli e sorelle morti nell’attesa che qualcuno si ricordasse seriamente della loro esistenza e cercasse di porre rimedio allo sfacelo che viene perpetrato ogni giorno sulle nostre carni. È difficile accettare le condizioni in cui ci troviamo è un percorso molto complicato e non tutti sono in grado di farlo.

Noi esattamente come Cristo, prendiamo la nostra croce e la portiamo ogni giorno e ci sforziamo di dare un esempio di resilienza per tutti coloro che si abbattono e pensano di non farcela.

Dio cammina accanto a noi ogni giorno, ma, noi le chiediamo Santo Padre di tirare le orecchie, come solo lei sa ben fare, al prossimo governo che verrà: non devono metterci addosso il marchio di disabili, dovranno aiutarci con i loro provvedimenti a ridurre quanto più possibile le differenze con le cosiddette persone normali.

Grazie per averci accolto e abbracciato in questa giornata che resterà nei nostri cuori e ci darà la forza per continuare a portare le nostre croci con la certezza che Dio non ci abbandona mai.

Il 19 agosto, al Viale del Tramonto di Taranto, presso lo stabilimento balneare “Lido San Michele”, hanno svolto l’evento “Musica solidale”, organizzato insieme all’Associazione “Contro le Barriere” e “Disabili Attivi”, durante il quale dopo aver assaporato un bel piatto di cavatelli ai frutti di mare accompagnato da un calice di prosecco, gli ospiti hanno potuto assistere al concerto del Francesco Greco Ensemble. Mentre il 30 dello stesso mese, nello stesso sito, hanno organizzato un altro evento “I mitici anni 80 nel segno della solidarietà“.

Questi due eventi, hanno voluto suggellare la collaborazione dell’Associazione “Contro le Barriere”, instaurata con lo stabilimento “Lido San Michele” dal 2016, anno della sua apertura, grazie alla quale le persone con disabilità motorie possono utilizzare gratuitamente, insieme ad un loro accompagnatore, di due ombrelloni con piazzole, nonché usare un sollevatore per poter passare dalla carrozzina abituale ad una altra che potrà permettere di fare il bagno, grazie all’aiuto del personale. Le due serate sono state un’occasione per sostenere il loro sodalizio, composta da sole persone con disabilità di vari Comuni della Regione Puglia, per essere più incisivi nelle loro rivendicazioni e proposte avanzate alle istituzioni competenti.

                                                                                               

In collaborazione con le seguenti Associazioni, Comitato 16 Novembre, Contro le Barriere, Deep Green, Eidos 72029, Fondazione M.G. e Italiabile, l’11 ottobre 2022 a Noicattaro in Piazza Rinascimento, invitano la cittadinanza a partecipare all’evento “Una comunità a misura di disabile”, durante il quale è stato chiesto al Sindaco, Raimondo Innamorato e alla Consigliera comunale Maria Rita Latrofa, delegata dal Consigliere Sergio Ardito, il quale, insieme al Sindaco ed al Consigliere Antonello Diciolla, se fossero state attuate le azioni richieste nel documento di intenti che avevano sottoscritto il 16.09.2021, in concomitanza delle elezioni amministrative svolte il 3 e 4 ottobre 2021 nel Comune di Noicattaro.

 

 

 

Il documento di intenti prevedeva che nel 1° anno del loro mandato, in qualsiasi ruolo avrebbero rivestito, si sarebbe dovuto approvare i P.E.B.A. (Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche), favorito la partecipazione popolare ai lavori delle Commissioni Consiliari, istituito la figura del Garante dei diritti della persona con disabilità, l’apertura di uno sportello informativo sulla disabilità e la creazione di un servizio di Taxi sociale, per migliorare la mobilità delle persone con disabilità in carrozzina.

Purtroppo, abbiamo constatato che il documento di intenti in questione è stato del tutto eluso, perché il Sindaco ha fornito delle risposte evasive, confondendo i PEBA con i PUG, sostituendo il ruolo del Garante con una Consigliera delegata alla disabilità nominata da lui, che per altro non era presente a questo evento, rifiutando una nostra proposta per il Taxi sociale e posticipando l’apertura di uno sportello informativo. Per questo motivo abbiamo inoltrato a tutto il Consiglio comunale di Noicattaro una richiesta di indire una Assise comunale avente come tema il documento di intenti.

Il 25 novembre, a Gravina in Puglia stringono un gemellaggio con la Consulta comunale di Gravina per la disabilità, al fine di creare una rete tra la nostra organizzazione e le Consulte di altri Comuni della Regione Puglia.

In occasione delle feste natalizie stanno svolgendo due raccolte fondi così come qui di seguito raffigurate.

                                                          

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.