LA POLITICA REGIONALE AL SERVIZIO DELLA DISABILITA’

Sabato 1 agosto 2020, si è svolto in una meravigliosa cornice naturale del “Parco del Sorriso” dell’ASL Taranto a Grottaglie, alla presenza di più di 100 persone, una conferenza stampa organizzata dall’Associazione di Volontariato “Disabili Attivi”, denominata “La politica regionale al servizio della disabilità”.

Alla presente conferenza, erano stati invitati i 6 candidati alla presidenza della Regione Puglia, in virtù delle elezioni del prossimo 21 settembre, per proporli di sottoscrivere un documento di intenti, che vede tra i suoi punti  principali, l’approvazione delle linee guida regionali sui P.E.B.A., l’istituzione di un registro regionale delle persone con disabilità gravissima, per il riconoscimento di un beneficio economico, e, la riforma delle modalità di erogazione delle protesi e degli ausili.

Si sono presentati, quattro dei sei candidati alla Presidenza della Regione Puglia, Prof. Bruni Pierfranco, Dott. Conca Mario, On. Fitto Raffaele e Dott. Ssa Laricchia Antonella; mentre, gli altri due, Dott. Emiliano Michele e l’On. Scalfarotto Ivan, hanno preferito non esserci, pur essendo stati invitati a partecipare, insieme agli altri, sin dal 14 luglio e successivamente il 24 luglio.

Introduce, il Presidente dell’Associazione di volontariato “Disabili Attivi“, Sig. Francesco Vinci, il quale mette a conoscenza che questo sodalizio si è costituito il 18.10.2019, prima come Comitato, e, successivamente, il 6 dicembre 2019, come organizzazione di Volontariato, composta di sole persone con ogni tipo di disabilità di n. 16 Comuni della Regione Puglia, che ha lo scopo generale e principale di sostenere, promuovere e gestire iniziative e interventi, per sensibilizzare gli enti pubblici e privati verso le persone con ogni tipo di disabilità della Regione Puglia, secondo il principio di autodeterminazione, sensibilizzando e informando l’opinione pubblica sulle problematiche che vivono quotidianamente le persone con disabilità. Inoltre, si farà portatore di tutte le istanze delle persone con disabilità e delle loro famiglie coinvolte, al fine di tutelare gli stessi, e di denunciare tutte le forme di discriminazioni fisiche e psicologiche a cui sono sottoposti le persone con disabilità.

Per attuare ciò collaborerà in stretto contatto con il Garante delle persone con disabilità della Regione Puglia, attuando azioni e proposte (anche legislative) per risolvere le varie difficoltà che riscontrano le persone disabili partecipando ai lavori delle Commissioni consiliari comunali e regionali.

A tal proposito il 25 novembre 2019, ha stipulato un Protocollo di Intesa con il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia, il compianto Dott. Giuseppe Tulipani, prematuramente scomparso il 28 marzo 2020.

Inoltre, mette al corrente dei presenti che le Assemblee dei soci sono state svolte sempre in una sala della sede del Consiglio della Regione Puglia, gentilmente concessa dal Presidente Mario Loizzo, ciò per suggellare il nostro obiettivo di collaborare con la Regione Puglia.

Successivamente, i quattro candidati Presidente, sono intervenuti sul contenuto del documento di intenti propostogli dall’Associazione “Disabili Attivi” e condiviso da altre Associazioni: A.R.I. Anna onlus, Comitato 16 Novembre, Contro le Barriere, Eidos 72029, Italiabile onlus e Sherwood.

Ai loro interventi si sono aggiunti, quelli dei rappresentanti delle Associazioni, che hanno rimarcato alcuni punti contenuti nel documento di intenti, tanto da indurre i quattro candidati alla Presidenza della Regione Puglia a sottoscriverlo senza indugio.

L’Associazione Reumatici Italiani Anna onlus, per voce della Presidente, Sig. ra Maria Petraroli, motiva la condivisione di questo documento, affermando che i 6 punti contenuti rispecchiano argomenti posti e riproposti all’attenzione della Regione Puglia dalle persone con ogni tipo di disabilità, senza ricevere adeguate risposte. Inoltre, precisa che oltre le disabilità più appariscenti ne esistono altre silenziose e invisibili racchiuse nelle propria mure domestiche, come quelle “reumatiche” patologie croniche altamente e precocemente invalidanti al 100% e permanenti per tutte le fasce d’età ed in continuo aumento, alcune gravissime anche con accompagnamento.
Nella nostra regione sono oltre le 500.000 persone colpite da varie forme e riconosciute dall’OMS come le seconde malattie più gravi sia in termini di dolori che per gli alti costi socio sanitari. Alcune malattie reumatiche sono anche malattie rare che nella nostra regione colpiscono oltre 20671 persone.
La Sig. ra Mariangela Lamanna, rappresentante del Comitato 16 Novembre, che ha concentrato il suo intervento sul 2° punto del documento di intenti, perchè impegnati nell’aiutare le persone con SLA e rivendicando i loro diritti ad essere curati presso le loro abitazioni, in condizioni più favorevoli, sia a livello assistenziale che economico, organizzando vari sit-in a Roma ed a Bari. Ha fotografato la condizione attuale che vivono i malati di SLA della Regione Puglia, con la seguente frase, rivolta ai quattro candidati Presidente: “Se dovete accontentare un amico vostro per la poltrona al Welfare, mandatelo, prima a prendere lezioni da noi, perchè siamo stufi di tanta incompetenza“.

Interviene il Sig. Francesco Vinci, rappresentando l’AssociazioneContro le Barriere“, il quale dichiara che la condivisione a questo documento di intenti è relativo al fatto che evidenzia rivendicazioni esternate dal anno 2000, e, ricorda che la nascita dell’Associazione “Disabili Attivi” è scaturita durante delle riunioni settimanali che Contro le Barriere, a cui partecipavano persone disabili, non solo i propri soci, dalle quali è nata l’esigenza di creare un sodalizio che mettesse insieme realtà territoriali diverse.

Il Dott. Antonio Calabrese, a nome di Italiabile onlus, è intervenuto sui P.E.B.A. (Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche), chiarendo che questi piani hanno l’obiettivo di ripensare una città che sia accessibile a tutti e per far ciò serve il coinvolgimento di tutte le categorie di cittadini, che devono dare il loro contributo a far crescere nell’opinione pubblica l’importanza dell’inclusione sociale delle persone disabili, in un ottica che li veda protagonisti del cambiamento di tutta la società. Inoltre, data la sua esperienza di consulenza con il Sindaco del Comune di Mesagne, precisa che in altri Comuni della Puglia i P.E.B.A. vengono affrontati quando devono adottare i P.U.G. o i P.U.M.S., senza rendersi conto che attuando i P.E.B.A., vengono adottati anche gli altri due Piani.

Oltre al documento di intenti, oggetto della presente conferenza stampa, era la proposta rivolta ai tre dei sei candidati Presidente, che attualmente fanno parte del Consiglio regionale uscente, di nominare prima dell’elezioni del prossimo 21 settembre, un nostro socio a ricoprire il ruolo di traghettatore alla nomina del nuovo Garante che, dovrebbe favorire  un percorso che, veda coinvolti in prima persona le persone disabili,  in collaborazione con il Consiglio Regionale, nell’individuazione di una persona che, possa ricoprire egregiamente il ruolo del Garante, come lo era stato il compianto Dott. Giuseppe Tulipani, prematuramente scomparso il 28 marzo di quest’anno.

Purtroppo, detta proposta è stata ritirata, perchè i candidati Presidenti, ci hanno comunicato che prima delle elezioni del 21 settembre 2020, non saranno previste sedute del Consiglio regionale.

Da questa conferenza stampa è emersa, l’indispensabilità del confronto fra le istituzioni ed i soggetti fruitori dei servizi che la Giunta regionale andrà a disciplinare, mettendo fine cosi a prassi paradossali le quali spesso rendono difficoltosa la fruizione dei servizi a chi li necessita.

QUI DI SEGUITO SI RIPORTA IL DOCUMENTO DI INTENTI SOTTOSCRITTO DA QUATTRO CANDIDATI

ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE PUGLIA.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *