32 ASSOCIAZIONI RIUNITE PER UN UNICO OBIETTIVO: TUTTI AL MARE

Nello splendido scenario del Viale del Tramonto di San Vito a Taranto, presso lo stabilimento balneare “Lido San Michele”, sabato 19 settembre si è svolta una conferenza stampa, convocata dalle Associazioni “Contro le Barriere” e “Gli amici del leone”, con altre 29 organizzazioni della Regione Puglia.

Introduce Francesco Vinci, Presidente dell’Associazione “Contro le Barriere”, il quale attraverso la proiezione di un video ed il suo intervento spiega il motivo di questa convocazione: presentare un progetto da attuare nei comuni costieri della Regione Puglia, per la stagione estiva del 2021, che, per la sua realizzazione, sarà proposto al neo Consiglio della Regione Puglia, che si insedierà in seguito alle elezioni del 20 e 21 settembre.

Lo stesso Vinci, tiene a precisare che questo progetto era stato proposto ai Sindaci dei comuni costieri della Puglia, al Presidente ed all’Assessore al Welfare della Regione verso fine maggio di quest’anno, senza alcun risultato, per due motivi, il primo relativo al fatto che alcuni sindaci lamentavano mancanza di fondi per attuarlo, il secondo per non aver ricevuto alcun tipo riscontro dalle figure istituzionali regionali messe a conoscenza di ciò.

Il progetto in sintesi è quello di creare delle “oasi” accessibili con n. 5 postazioni nelle spiagge pubbliche, almeno, una in ogni Comune costiero delle Province della Regione Puglia , in cui le persone con disabilità motorie e visive, abbiano la possibilità di potervi accedere allo stesso modo degli altri cittadini.

Dette “oasi”, saranno dotate di strutture e attrezzature specifiche, al fine di raggiungere i seguenti obiettivi:

  • eliminare il più possibile gli ostacoli che impediscono alle persone con disabilità motorie di poter accedere facilmente alle spiagge e potersi fare il bagno in autonomia;
  • facilitare l’accompagnamento al mare dei fruitori di queste “oasi” ai loro familiari ed ai loro accompagnatori;
  • accogliere persone con disabilità che vengono da altre città, favorendo il turismo accessibile;
  • dimostrare ai gestori degli stabilimenti balneari che concedere maggiore accoglienza alle persone disabili è conveniente sia socialmente che economicamente;
  • educare l’intera comunità all’inclusione sociale, basata sulla non discriminazione e sulle pari opportunità che garantiscono a tutte le persone, la possibilità di vivere e godere pienamente dei beni e dei servizi creati dalla società.

Francesco Vinci, termina il suo intervento, rilevando che la presente conferenza stampa è stata convocata presso “Lido San Michele”, perché da cinque anni l’Associazione rappresentata ha stipulato con i gestori di questa struttura un accordo di collaborazione al fine di agevolare l’accesso al mare per le persone disabili dotandoli di specifiche attrezzature con il valido supporto dei bagnini.

Segue l’intervento di Vito Lorusso dell’Associazione “Gli amici del leone”, il quale espone le esperienze svolte in questa stagione estiva, grazie al Comune di Torricella (TA), realizzando un “oasi”, presso la località Torre Ovo, simile al progetto esposto in questa conferenza stampa.

Concludendo, Lorusso, dichiara che proprio grazie a questa esperienza che è nata l’idea con Francesco Vinci di organizzare questo evento, riuscendo a coinvolgere in questo percorso altre 29 Associazioni in pochi giorni, le quali a presto si rincotreranno al fine di predisporre la proposta da presentare alla Commissione consiliare regionale di competenza, nella quale si chiederà alla Regione di dotare i Comuni costieri di risorse economiche per realizzare queste “oasi”.

Dopo questi due interventi, sono seguiti quelli di alcuni rappresentanti delle seguenti 31 organizzazioni, che hanno esposto il motivo per il quale hanno deciso di condividere il percorso creato dalle Associazioni “Contro le Barriere” di Taranto e “Gli amici del leone” di Grottaglie.

Inoltre le stesse si sono presentate esponendo la loro mission, come di seguito.

  1. A.Ma.R.A.M Aps, l’associazione malattie rare dell’alta Murgia è un’associazione che nasce in Puglia nel 2014 , nella Murgia barese e si espande sul territorio nazionale ed internazionale. Essa ha finalità di solidarietà sociale ed opera nel campo dell’assistenza socio-sanitaria e della ricerca e promozione scientifica. In particolare, l’associazione svolge attività di volontariato, in favore di soggetti terzi soci e non soci con lo scopo di aiutare, prioritariamente, coloro che sono affetti da malattie rare al fine di prevenire o, se possibile, eliminare i problemi di carattere socio-sanitario e, in generale, il disagio che tali soggetti sono costretti a vivere quotidianamente. Inoltre, collabora con svariati centri di ricerca e strutture ospedaliere convenzionate, dislocate sul territorio mondiale; è molto attenta ed attiva nel sensibilizzare l’opinione pubblica, attraverso la realizzazione di eventi, incontri tra le parti, seminari informativi e formativi, a carattere scientifico, che mirano a realizzare rapporti duraturi, costruttivi e collaborativi tra le varie figure specialistiche e coloro che vivono tali “RARE realtà di vita”.
  2. Anteas, Associazione di volontariato impegnata in iniziative di aiuto concreto per le persone più fragili e per le loro famiglie, per chi è solo, per chi rischia di restare indietro. Costituita nel 1996 dalla Federazione Nazionale Pensionati Cisl, è presente a Taranto  dal 1997 ha la sua sede in corso Umberto 144 dove svolge attività di socializzazione e promozione culturale rivolte principalmente agli anziani. Collabora in rete con altri partners in attività di sostegno all’interno di realtà scolastiche organizzando laboratori artigianali e sportelli di ascolto psicologico. Organizza già a da molti anni corsi di italiano per stranieri in collaborazione col C.P.I.A.(Centro provinciale Istruzione Adulti) ed è impegnata con l’associazione La Mediana, in un progetto all’interno della casa circondariale di Taranto per intrattenere i minori in visita ai parenti reclusi. Realizza momenti  di animazione, con musica e canti, presso le case di riposo ai cui ospiti porta in dono i manufatti realizzati dai volontari nel laboratorio artigianale presente in sede. Aperta alla collaborazione con tutti coloro con i quali condivide valori e finalità, l’Anteas  è sempre pronta nel favorire l’instaurarsi di relazioni autentiche  volte a promuovere esperienze di cittadinanza attiva e solidale.
  3. A.R.I.Anna onlus, la mission è portare all’attenzione delle Autorità Sanitarie le problematiche dei pazienti affetti da malattie autoimmunitarie, reumatologiche e rare quali l’Artrite Reumatoide, la Sclerodermia il Lupus Eritematoso Sistemica e Les.
  4. Auser, Associazione di volontariato e di promozione sociale, impegnata nel favorire l’ invecchiamento attivo degli anziani e a far crescere il ruolo dei senior nella società, svolgendo le seguenti attività: contrastare ogni forma di esclusione sociale; migliorare la qualità della vita; diffondere la cultura e la pratica della solidarietà e della partecipazione; valorizzare l’ esperienza, le capacità, la creatività e le idee degli anziani; sviluppare i rapporti di solidarietà e di scambio con le generazioni più giovani. L’ operatività dell’ Auser è rivolta in maniera prioritaria agli anziani, ma è anche aperta alle relazioni di dialogo tra generazioni, nazionalità, culture diverse. Costituitasi nel 1989 dalla Cgil e dal Sindacato dei pensionati Spi-Cgil, riconosciuta come Ente Nazionale avente finalità assistenziali, ed è iscritta nel Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale. Per la realizzazione dei programmi di volontariato e di promozione sociale l’ Auser promuove la costituzione delle associazioni Auser Volontariato e Auser Insieme. Con il “Progetto sociale Auser per tutte le età”, organizza attività e servizi prevalentemente rivolte agli anziani, ma è attenta a tutte le età. A Taranto e provincia vi sono 13 circoli di cui 3 università popolari.Attraverso la rete del “Filo d’ argento”, il telefono della solidarietà amico degli anziani, Auser contrasta la solitudine e l’ emarginazione, aiutando le persone ad affrontare con più serenità la vita di tutti i giorni. Detto servizio è rivolto prevalentemente ai cittadini over 65 e si esplicita attraverso una serie di interventi che comunemente vengono definiti assistenza leggera. Dispone del Numero Verde Nazionale gratuito senza scatto alla risposta 800 99 59 88, ed è attivo tutti i giorni dell’ anno, festivi compresi, dalle 8 alle 20. Il numero della nostra sede di Taranto è 0994777600.
  5. Assonautica Italiana, dal 1971 ha avviato  un percorso che tenga conto delle potenzialità di sviluppo del turismo nautico e delle attività connesse, basato su una visione unitaria della cultura quale “motore di sviluppo del territorio”. Valuta i vari elementi del sistema che ruotano intorno alle leve attrattive del turismo incoming (comprese la risorsa mare, i beni culturali e archeologici, il patrimonio naturale, etc)  e individuare di conseguenza le strategie di intervento e di sviluppo in termini generali e compatibili rispetto alle questioni ambientali, produttive, culturali e sociali. La nautica da diporto e il turismo nautico poggiano su una filiera trasversale che investe il ventaglio di tutto il comparto dell’economia, dall’industria all’artigianato, dall’agroalimentare fino al terziario sia in Italia che nel Mediterraneo. Assonautica intende riscoprire e valorizzare il patrimonio naturale, culturale, enogastronomico e turistico dell’area per favorire lo sviluppo di forme di turismi ecosostenibili; e intende migliorare l’attrattività  del  patrimonio naturale e culturale dell’area per promuovere uno sviluppo economico intelligente e sostenibile. Si pone nella sua organizzazione centrale e periferica quale “espressione del sistema camerale” rappresentativa degli interessi congiunti di tutte le categorie economiche per la concreta attuazione della politica promozionale nei settori della nautica da diporto, del turismo nautico, dell’economia del mare nonché delle varie attività di filiera collegate. Promuove nei diversi ambiti la ricerca, la formazione, l’innovazione; organizza e partecipa attivamente a seminari, convegni e conferenze; promuove la realizzazione d’iniziative volte alla valorizzazione del territorio; promuove la partecipazione a fiere nazionali e internazionali. In materia ambientale promuove il progetto “Assonautica plastic free”. Collabora con diverse associazioni ambientaliste per la raccolta periodica della plastica ed altri rifiuti sulle spiagge della costa ionica. Intende condividere i propri progetti istituzionali come “Le rotte della Magna Grecia”, iniziative di qualificazione e valorizzazione delle coste del mar Ionio attraverso il puntuale monitoraggio dei porti, degli approdi esistenti (e dell’entroterra) seguendo le rotte certificate degli antichi coloni greci che fondarono le diverse tappe della Magna Grecia, tutto questo attraverso la promozione delle eccellenze produttive enoagroalimentari, artigianali e turistiche e dello stesso patrimonio archeologico, culturale e naturale, esistenti sia sulla costa che nell’entroterra ionico.
  6. Comitato Cittadino  SUPERAbili, è nato nel settembre 2019, da  otto madri di bambini SUPERabili, rappresentati nel logo come eroi dei fumetti. Il Comitato nasce per sostenere chiunque si trovi in condizione di disabilità, sia individualmente che, associazioni di categoria. Infatti lo scopo principale è quello di promuovere una rete di comunicazione fra le varie associazioni del territorio locale.
  7. Confad (Coordinamento Nazionale Famiglie con Disabilità), è un associazione  di volontariato che si batte da anni per l’emanazione di una legge che tuteli i Caregiver Familiari, ossia di chi si prende cura in ambito domestico di un congiunto non autosufficiente e quindi l’affermazione dei suoi diritti e tutele, così come avviene già in tutti i Paesi Europei. L’Italia è l’unica Nazione Europea a non aver ancora legiferato con una legge tutelante tale categoria. Tra i diritti che chiediamo sono inclusi quelli assicurativi, sanitarie e previdenziali,dirittifondamentali ai quali tutti devono avere accesso. Studi scientifici infatti hanno dimostrato le ridotte aspettative di vita dovuto allo stress a cui lo stesso è sottoposto, e quindi è doveroso offrire loro tutto il sostegno necessario a fronte dell’alto valore di cura che essi svolgono continuamente. Molti altri gli obiettivi che si prefigge di raggiungere Confad e a questo scopo sollecita i media, collabora e dialoga con tutte le forze politiche per l’elaborazione di interventi legislativi ad hoc. La Sig. ra Anna Rossini è la referente per la regione Puglia
  8. Contro le Barriere, costituita il  17.01.2000 e dal 25.05.2004, è iscritta al n. 615 del Registro delle Organizzazioni di Volontariato dell Regione Puglia. I loro unici scopi hanno finalità solidali in favore delle persone con disabilità e di altre persone, che si trovano in situazioni di fragilità sociale ed economica. Esplichiamo le nostre attività attuando il seguente programma operativo: ricerca ed individuazione delle problematiche; studio, approfondimento e monitoraggio delle tipologie oggettive (per casi) e soggettive (per persone), ricercando le cause dei problemi rilevati e valutandone gli effetti riportati; attuazione du tutti i mezzi a disposizione dell’Associazione e di quelli offerti dagli Enti pubblici e/o privati, al fine di risolvere le cause dei problemi riscontrati e studiati; proposizione in tutte le sedi più opportune tutte le modifiche, riforme, nuove leggi, al fine di migliorare la qualità della vita.
  9. Cooperativa Sociale Multiservizi Erca Impianti, leggere la descrizione della Fondazione M.G.
  10. Crescere Insieme aps, nasce nell’anno 2006. Si ispira ai principi della mutualità e della solidarietà. Propone lo svolgimento di attività nei seguenti settori: promozione della cultura dell’arte; tutela e valorizzazione del patrimonio storico, artistico e ambientale; erogazione di servizi a famiglie e persone; promozione di sport e danza; organizzazione e promozione di informazione e formazione su temi relativi scuola, famiglia, educazione e problemi generali e particolari dei ragazzi; promozione e diffusione di discipline teatrali e musicali; servizi socio-educativi innovativi e sperimentali per la prima infanzia (Sezione Primavera, Nido). Offre i seguenti servizi: pre/ post scuola presso scuole pubbliche; servizio di doposcuola per ogni ordine e grado di istruzione; doposcuola specializzato per bambini con problematiche di apprendimento, BES e DSA; recupero scolastico; aiuto tesine scuola media; animazione per accoglienza; progetti teatrali nelle scuole; sezione Primavera; progetto di continuità sezione primavera/ scuola dell’infanzia. Siamo a Taranto in Via F.lli Mellone 37/c, per info contattare 320 080 7594
  11. Cuamj, nasce nel 2005 per la necessità di diffondere le buone prassi inerenti l’Autismo e patologie correlate, impegnata per  la diffusione di metodologie e il recupero sociale di queste persone. Sostiene  progetti di ricerca ccientifica  per la genetica medica-biochimica e molecolare. Si intende per sindrome autistica la sindrome identificata dalla definizione formulata nelle classificazioni internazionali DSM (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders) della società psichiatrica Americana e ICD (International Classification of Dedeades and Disorders) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Si accetta che l’autismo sia la conseguenza di una disfunzione cerebrale, piuttosto che un disturbo di origine psicogenetica. Promuove l’educazione specializzata, l’assistenza sanitaria e sociale, la ricerca scientifica, la formazione degli operatori, la tutela dei diritti  civili a favore delle persone autistiche e con disturbi generalizzati dello sviluppo mentale, affinché sia loro garantito il diritto inalienabile ad una vita libera e tutelata, il più possibile indipendente nel rispetto della loro dignità e del principio delle pari opportunità.
  12. DeepGreen, lo scopo dell’associazione è quello di promuovere la conoscenza e lo sviluppo di metodi, rimedi e cure alternative alla medicina tradizionale attraverso l’utilizzo delle potenzialità terapeutiche fornite da molte specie di piante e da stili di vita compatibili con l’ecosistema. Ha lo scopo di far conoscere ai propri associati quali siano, allo stato della conoscenza scientifica, i rimedi naturali efficaci per le singole patologie anche per finalità antidolorifiche, in modo tale da poterli comparare con quelli tradizionali, e tanto al fine di meglio orientare la scelta ed il consenso del malato verso adeguate e personalizzate alternative terapeutiche.
  13. Disabili Attivi, costituitasi il 18.10.2019, prima come Comitato, e, successivamente, il 6 dicembre 2019, come organizzazione di Volontariato, composta di sole persone con ogni tipo di disabilità di n. 16 Comuni della Regione Puglia, che ha lo scopo generale e principale di sostenere, promuovere e gestire inziative e interventi, per sensiblizzare gli enti pubblici e privati verso le persone con ogni tipo di disabilità della Regione Puglia, secondo il principio di autodeterminazione, sensibilizzando e informando l’opinione pubblica sulle problematiche che vivono quotidianamente le persone con disabilità. Inoltre, si farà portatore di tutte le istanze delle persone con disabilità e delle loro famiglie coinvolte, al fine di tutelare gli stessi, e di denunciare tutte le forme di discriminazioni fisiche e psicologiche a cui sono sottoposti le persone con disabilità. Per attuare ciò collaborerà in stretto contatto con il Garante delle persone con disabilità della Regione Puglia, attuando azioni e proposte (anche legislative) per risolvere le varie difficoltà che riscontrano le persone disabili partecipando ai lavori delle Commissioni consiliari comunali e regionali. A tal proposito il 25 novembre 2019 ha stipulato un Protocollo di Intesa con il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia, il compianto Dott. Giuseppe Tulipani, prematuramente scomparso il 28 marzo 2020.
  14. E.R.A. (European Radioamateurs Association), è una libera associazione di radioamatori ed iscritta all’elenco delle delle organizzazioni di volontariato del dipartimento della protezione civile, è costituita senza fini di lucro e con fini di solidarietà mediante i principi ispirati dal patto di fratellanza. Si impegna a prendere iniziative che favoriscono la socialità nel pieno rispetto della persona umana e che siano ispirati a quei valori di libertà e fraternità. Promuove attività sociali e culturali in collaborazione con organi ed istituzioni onde realizzare progetti di interesse pubblico. E’ suddivisa in diverse sezioni, tra cui: Guardia zoofila ambientale, che si prefigge l’obiettivo di prevenzione, controllo del territorio e vigilanza sul rispetto delle leggi, regolamenti locali, nazionali ed internazionali in difesa dell’ambiente e del patrimonio naturale degli animali e fauna selvatica, nonchè si impegna a rilevare alterazioni dell’ecosistema, abbandono di rifiuti, discariche abusive, etc.;  Settore antincendio boschivo, che vigile e da supporto alle autorità competenti nei casi di incendio o disboscamento con mezzi e personale volontario. Inoltre, aggiorna i propri volontari con corsi di formazione.
  15. E.R.A.V. sez. Monteparano, l’ETS – ODV E.R.A.V. Emergenza Radio Amatori Volontari SEZ. CITTA’ DI MONTEPARANO – N.O.E. (Nucleo Operativo Emergenze) con C.F.: 90244500733, avente sede legale in Monteparano alla Via Roccaforzata n°32, con variazione di denominazione sociale avvenuta in data 16/09/2019 serie 3 n° 2600, regolarmente iscritta nell’albo comunale delle associazioni di Monteparano, all’Agenzia delle Entrate dal 13-10-2016 serie 3 n. 3559, iscritta al Registro Regionale delle organizzazioni di volontariato dal 21/12/2017 con num. di registro 2144 e num. di provvedimento regionale 905, Iscritta al Registro Regionale della Protezione Civile con num. 290 codice alfanumerico TA035 dell’atto dirigenziale num. 161 del 23/05/2019 e di essere iscritta nel registro delle O.N.L.US. a far data dal 22/02/2017 ed operante prevalentemente nel settore delle telecomunicazioni di emergenza in attività radiantistiche e radioamatoriali, con comprovata esperienza nella pianificazione e realizzazione di servizi di volontariato ed anche di Protezione Civile.
  16. Eidos 72029, Eidos, che dal greco vuol dire dare una forma, è un associazione di promozione sociale e culturale nata nel 2017 che ha come obbiettivo sensibillizare e promuovere il territorio con eventi di natura culturale e sociale, diffondere la cultura e l’arte attraverso una partecipazione attiva e collettiva a manifestazioni come fiere, mostre, presentazione di libri, eventi soprtivi, ecc.; valorizzare ogni risorsa che possa costituire occasione di progetto, di innovazione, di qualificazione culturale. Molta attenta negli anni alla problematica delle barriere architettoniche, in merito si è fatta promotrice di una giornata di sensibilizzazione coinvolgendo le scuole di ogni ordine e grado e l amministrazione ad empatizarre con chi vive la disabilità in prima persona passeggiando in “carrozzina” per le vie del paese. Siamo convinti che nessuno deve rimanere indietro e che l empatia deve avere un ruolo fondamentale nella società pensando che ogni individuo debba avere pari dignità.
  17. Fondazione M.G. ets, costituitasi all’inizio marzo 2020, in concomitanza dell’inizio della pandemia mondiale, coniugando due fondamentali esperienze maturate dal fondatore Giuseppe Ercolano. La prima, quella imprenditoriale che risale al 1982, quando fonda la ERCA impianti, società attiva nell’impiantistica e nell’edilizia per la pubblica amministrazione, la seconda più recente, ma, sicuramente più sconvolgente, quando a causa dell’aggravamento di alcune patologie che rendono il fondatore disabile e non più in grado di proseguire le attività intraprese nei 35 anni precedenti. Pertanto, nel 2015 si decide di trasformare la ERCA impianti in cooperativa sociale con i propri dipendenti che diventano così “imprenditori di se stessi”. Nel 2020 inoltre decide, insieme alla sua famiglia, di trasformare la M.G. Service Srl, la società di servizio proprietaria degli immobili, in Fondazione, donando alla stessa tutto il patrimonio acquisito negli anni. La fondazione si propone di perseguire, senza scopo di lucro, finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale fornendo servizi per la disabilità ed il territorio, prefiggendosi di soddisfare i bisogni delle persone con disabilità che aderiranno quali Soci Volontari, alla base di situazioni di isolamento e esclusione sociale, per facilitare l’inserimento degli stessi nel mondo produttivo, oltre a mettere le proprie risorse a disposizione di altre organizzazioni non profit che decideranno di aderire quali Soci Partecipanti al fine di favorire sviluppo e benessere degli stessi e del proprio territorio. Il primo progetto in cantiere è il “Taxi Solidale”, consistente nell’acquisto di un automezzo attrezzato con pedana mobile e quant’altro necessario per il trasporto delle persone con disabilità. Altre idee in fase di sviluppo mirano alla realizzazione, presso le proprietà della Fondazione, di: un centro ludico-fisioterapico, con l’ambizioso obiettivo di indirizzare, assistere e preparare le persone con disabilità all’esercizio di sport a loro dedicati; un “Orto Sociale”; un Patronato specializzato nelle particolari esigenze delle persone con disabilità tale da dare supporto e soluzioni pratiche agli stessi nel disbrigo di pratiche amministrative e fiscali; un “Condominio Solidale” indirizzato in particolar modo a persone con disabilità costrette a vivere sole e bisognose di vari servizi di sostegno quotidiano ed anche in funzione dell’indispensabile socializzazione.
  18. Gli Amici del leone, un’Associazione di volontariato, finalizzata a supportare le famiglie costrette a fronteggiare le tante difficoltà che nascono quando un loro congiunto, a causa di un incidente stradale, riporta gravi lesioni celebrali e fisiche totalmente invalidanti. Il nostro scopo è quello di creare una rete di supporto alle famiglie del nostro territorio che, a causa di questi eventi tragici, affrontano quotidianamente innumerevoli disagi; vogliamo fornire loro un aiuto finanziario, economico, legale, psicologico e medico.
  19. Gruppo Protezione Civile Taranto, nasce oltre venti anni dopo che gli stessi volontari avevano già costituito un gruppo Comunale di Protezione Civile del Comune di Taranto che poi non intese più tenerlo come appartenente al Comune. Gli stessi volontari svolgono poi, attività autonoma senza l appartenenza Comunale e diventano non più Gruppo “Comunale” ma diventano solo “Gruppo Protezione Civile Taranto”. Oggi sono quindi una delle Associazioni iscritte al Registro di Volontarito generico della Regione Puglia e poi nel registro delle Associazioni di Protezione Civile della Regione Puglia. Presidente e Responsabile del sodalizio, rispettivamente sono l’Avv. Alessandro Basta e il Dott. Raffaele Russo, che nel periodo Covid 19 hanno consegnato oltre 2000 buste di alimenti a famiglie disagiate portando medicinali a famiglie in difficoltà economiche. Abbiamo inoltre portato a domicilio oltre 300 tablet e pc portatili a studenti appartenenti a numerosi istituti scolastici tarantini . Sede in Corso italia n. 239 74121 Taranto tel. 3347718840.
  20. Italiabile onlus, è una associazione, nata nel gennaio 2015, regolarmente iscritta al registro delle organizzazioni di volontariato al nr. 2080, che si propone di offrire a tutte le persone, indistintamente dalle loro difficoltà fisiche, sensoriali, uditive, relazionali, alimentari, un turismo sportivo per tutti, dove le parole d’ordine sono sviluppo territoriale, sostenibilità, innovazione, green, riqualificazione ambientale, lavoro, qualità bambinello di inclusione sociale, secondo i parametri dell’Universal Design, e al tempo stesso pretenzioso, nato da una intuizione di una persona disabile che ha fortemente voluto scrivere l’idea di questo progetto, partendo da un semplice ma significativo dato che riguarda la popolazione dei disabili che è stimata in Europa di ben 60 milioni e ben 500 milioni nel Mondo, secondo dati ISTAT e dell’OMS. Questo dato diventa alquanto drammatico e preoccupante se si considera che, nel settore turistico, la scarsità di strutture accessibili, causa la presenza delle barriere architettoniche e culturali, limitano la possibilità di evadere la domanda di vacanza e di attività sportiva, che è solo del 4%, a 6 milioni di disabili italiani, che aumentano di 1/3 se si prendono in considerazione le persone che gli stanno a fianco, secondo un rapporto medio di 1 a 3 (1 disabile e 3 accompagnatori che possono essere i genitori, fratelli, moglie e figli, amici, ecc.). Queste grandi dimensioni numeriche certificano la notevole importanza di un target, che può  offrire importanti opportunità di incremento del fatturato alle strutture che operano nel settore turistico-alberghiero e del tempo libero, qualora dovessero decidere di adeguarsi alle necessità e a i bisogni delle persone con disabilità. L’intenzione dell’associazione è di raggiungere gli obiettivi attraverso la realizzazione di una Cittadella dello Sport Paralimpico in grado di offrire l’opportunità di praticare numerose attività agonistiche e di promozione, incluso il supporto medico-fisioterapico, i servizi complementari e l’ospitalità, attraverso la realizzazione di villaggi turistici in grado di supportare l’enorme partecipazione che lo sport è in grado di richiamare.
  21. Like APs, è un’associazione di Volontariato per la tutela dell’ambiente, che cerca di dare decoro agli spazi comuni, risvegliando la coscienza civica. Si occupano di rimuovere i rifiuti dalle periferie e da aree pubbliche, abbellendo aiuole, spazi verdi e cortili scolastici. Presente sul territorio provinciale, costituita nel 2016 a Monteiasi (TA), oggi fa parte degli enti di terzo settore, regolarmente iscritta all’albo regionale. Molto impegnata anche nella realizzazione di progetti socio culturali, rivolti ai ragazzi più giovani, tra i quali:  l’orto didattico e “Monteiasi terra d’ulivi” realizzati presso l’Istituto comprensivo L. Da Vinci di Monteiasi.
  22. Mondo Sociale Aps, Siamo una a.p.s.  senza scopo di lucro, con esperti nel settore sociale, legale, assistenziale, formativo e sportivo che hanno deciso di unirsi in una grande ed unica realtà per ascoltare tutte le voci e mettere in atto progetti di grande importanza. Lavoriamo nel settore dei servizi sociali, prestazioni socio sanitarie educazione istruzione e formazione, interventi e servizi finalizzati alla salvaguardia e al miglioramento delle condizioni dell’ ambiente e all’utilizzazione accorta e razionale delle risorse naturali, interventi per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale, ricerca scientifica e molte altre attività.
  23. Movimento Shalom onlus, diffonde la pace, tolleranza e solidarietà verso gli ultimi della Terra. Fa sostegno a distanza e cooperazione internazionale. Per sua natura il Movimento è una casa comune per tutti coloro che desiderano impegnarsi a sollevare le sofferenze del mondo. Uno degli impegni primari è cooperare per lo sviluppo dei popoli più poveri del pianeta attraverso la realizzazione di progetti autosostenibili che rispondano ai bisogni primari quali la scolarizzazione, la salute, l’alimentazione. Superando il concetto di beneficenza, tutti gli interventi hanno come obiettivo quello di creare posti di lavoro e opportunità di crescita e di sviluppo, per dare dignità e autostima alle popolazioni locali. Per noi missionarietà è cooperazione, è impegno per la giustizia, è elevazione della condizione dell’altro. E’ una Scuola di Educazione alla Pace e alla Mondialità, nasce in Toscana, in provincia di Pisa, nel 1974 per iniziativa di Mons. Andrea Cristiani si radica in Puglia nel 1996 dove è attiva, a Taranto, la Sezione Puglia che funge da punto di riferimento per il territorio pugliese ed il Meridione d’Italia.
  24. Progentes Aps, l’associazione ha come scopi principali la promozione della persona umana e del territorio, e si occupa di giornalismo sociale e comunicazione; cultura; turismo sostenibile; tutela dell’ambiente; difesa delle fragilità e iniziative anche di tipo sportivo; formazione.
  25. Pro Loco Capo San Vito Aps, opera da anni nel territorio tarantino, la sua mission principale è la promozione del territorio in vari ambiti, come il turismo, gli eventi a carattere sociale, culturale, musicale e sportivo, l’organizzazione della festa di San Vito. Inoltre, si impegna fattivamente in iniziative di beneficenza, di sensibilizzazione ecologica e ambientale, e  di aiuto nel sociale, sia direttamente che in collaborazione con altre realtà locali.
  26. Pro Loco Lama e le sue contrade, Associazione  costituitasi  nel  2004  con atto pubblico e attiva dal 2008, regolarmente iscritta all’U.N.P.L.I, riconosciuta dalla Regione secondo la legge 11/05/1990(abrogazione legge 28 agosto 1979),  è nata  con lo  scopo di valorizzare le risorse turistiche locali mediante idonee iniziative dirette alla tutela e alla salvaguardia del patrimonio storico, culturale, folkloristico, ambientale e paesaggistico della località cui appartiene. Gli sforzi di tutti i volontari sono rivolti alla difesa di quei pochi segni residui di un passato violentato da una cementificazione selvaggia , che ha ridotto un borgo agricolo ad un quartiere dormitorio. Accanto alle varie iniziative, gli appuntamenti fissi sono: C’era una volta il pane…a Lama giunto alla XII^ edizione; Il Cristiano che servì l’Islam IV^ edizione, rappresentazione della storica battaglia tra Turchi e Cristiani avvenuta  a Lama il 19 settembre del 1594. Promuove e organizza iniziative e manifestazioni atte a favorire la conoscenza turistica e culturale della località.
  27. Rowing Club Taranto, Associazione sportiva Dilettantistica di canottaggio (sedile scorrevole) creata nel gennaio 2018 dal dott.Carlo Tosi che ne è presidente ed allenatore; promuovere il canottaggio sia olimpico (barche strette, più idonee per fiume-lago) che coastal (da mare) per tutte le persone dai 13 anni in su; possiede anche materiali per attività remiera per varie disabilità.
  28. Taranto Respira, è un Movimento che trova le sue radici nella volontà di tutelare il territorio e la cittadinanza tarantina attraverso un approccio ecologico. Si ispira ai principi della Costituzione Italiana e si impegnerà perché a Taranto si realizzi una seria politica ecologica oltre che dei diritti e crede nella cultura della salvaguardia dell’ambiente e della salute pubblica, della solidarietà, del lavoro e della giustizia sociale , nella cultura della libertà individuale e del buon governo. Allo scopo del perseguimento delle finalità sociali ed istituzionale, può promuovere e formalizzare collaborazioni,alleanze e coalizioni con soggetti politici, sociali, culturali aventi attività programmatiche analoghe ed affini, purché nella disponibilità di un rapporto non vincolante e condotto in assoluta condizione di lealtà e reciprocità.
  29. V.I.ta (Volontariato interprovinciale Taranto)Associazione di volontariato per portare sostegno ed aiuto alle famiglie di Taranto e della sua provincia, i cui membri sono stati colpiti da patologie dovute all’inquinamento ambientale. Si occupa di sostenere tutte quelle famiglie che devono affrontare con dedizione e sacrificio la vita di un malato. Esse si sentono escluse ed abbandonate dalla Sanità pubblica. Spesso, tali famiglie versano in condizioni di difficoltà, pertanto, fornisce assistenza medica e psicologica sia ai malati che alle rispettive famiglie con un team di psicologi e dottori che portano avanti la nostra stessa causa. Inoltre non sottovaluta la prevenzione per questo nel corso dell’anno organizza incontri formativi mirati.
  30. Vides “Una presenza”
  31. Vite da colorare, Associazione jonica malattie rare e neurologiche gravi onlus, che si interessa delle patologie descritte, organizza convegni, partecipa alle conferenze e ai tavoli di lavoro della regione Puglia perché fa parte del direttivo della rete regionale di malattie rare A.Ma.Re Puglia. Inoltre, fa cultura di base sulla disabilità, sulle barriere culturali e architettoniche nelle scuole. È fondamentale che la scuola formi la società del domani che deve essere sensibilizzata su questi temi. Motto: “GLI ALTRI SIAMO NOI
  32. Università Popolare di Zeus,

3 commenti

  1. […] in allegato il resoconto della conferenza stampa citata https://www.controlebarriere.org/2020/09/26/31-associazioni-riunite-per-un-unico-obiettivo-tutti-al-…, invita le Gent. me SS VV a partecipare all’incontro delle n. 32 Associazioni coinvolte nel […]

    1. Per poter accogliere il tuo invito, necessita che l’organizzazione che tu rappresenti aderisca al percorso intrapreso dalle altre 32 associazioni ed approvi la proposta che ti ho inviato per mail in allegato.

  2. Come segr.reg osservatorio della disabilità e sanità. Come associazione vorrei partecipare all’evento, del 16 .grazie per una vsconferma .
    Dott.Giuseppe De Pasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *